3 cose da non perdere ad Arbatax

Cosa vedere ad Arbatax e dintorni

Arbatax , come tutto il territorio di Tortolì, presenta uno degli scenari naturalistici più affascinanti del Mediterraneo. Un paese di pescatori, ormai conosciuto grazie alla presenza del porto turistico commerciale, ma che conserva ancora tutte le caratteristiche di un territorio incontaminato e fuori dalla vita frenetica di tutti i giorni.

Ecco 3 attrazioni da non perdere di Arbatax e dintorni:

1- Le Rocce Rosse
Simbolo di Arbatax, le famose rocce rosse  si trovano vicino al porticciolo alle spalle del molo di Levante del Porto di Arbatax. Scogliere di porfido rosso che emergono dal mare, come un vero e proprio monumento naturale. Non è un caso che questo suggestivo scenario venga scelto per una delle manifestazioni più importanti dell’estate sarda, il Festival Rocce Rosse Blues.

2- Torre di San Gemiliano
La torre di San Gemiliano si trova nell’omonimo promontorio, a 42 metri sul livello del mare. Edificata probabilmente nel 1639, in epoca spagnola, dalla torre si può ammirare un panorama mozzafiato su tutta la Baia di San Gemiliano. Nelle vicinanze si trova anche la chiesetta campestre intitolata al medesimo Santo.

3- Cala Moresca
Cala Moresca è una delle spiagge più suggestiva della costa orientale della Sardegna.  Il nome è legato alle incursioni piratesche dei saraceni (‘morus’) che a lungo hanno frequentato queste coste. Cala Moresca è un piccolo gioiello: rocce di porfido rosso, macchia mediterranea, sabbia candida e acqua talmente limpida da vedere una perfetta visione del fondale.